impianti senza innesto osseo

Implantologia senza innesti


Cercando di evitare, il più possibile, i canonici protocolli chirurgici, che utilizzano tecniche piuttosto invasive di ricostruzione, come ad esempio il rialzo del seno mascellare e gli innesti ossei, le ricerche sull’Implantologia, soprattutto negli ultimi anni, si sono concentrate maggiormente nel trovare terapie più semplici, affidabili e veloci per risolvere casi più complicati dove la quantità di osso residuo disponibile per i tradizionali impianti dentali è assai scarsa o comunque insufficiente (poco osso) alla bisogna.

Hanno poi contribuito, ad incalzare gli studi anche, le richieste dei pazienti che hanno il desiderio di avere delle riabilitazioni sempre più rapide e tendono, quindi, a rifiutare sia le terapie invasive che quelle molto lunghe quali i costosi e laboriosi interventi di rigenerazione e ricostruzione ossea. Le alternative al classico innesto osseo consistono nell'utilizzo di mini impianti (impianti corti), impianti zigomatici e impianti inclinati. Queste moderne soluzioni chirurgiche a carico immediato offrono sicuramente tempi più rapidi di riabilitazione.
Vantaggi Impianti Zigomatici vs Innesto osseo
  • Rischi minori

  • 1 Solo intervento

  • Denti fissi in 1 giorno

  • Costi inferiori


impianti senza innesto osseo

Quali scelte fare?

Siccome non stiamo trattando dell'acquisto di un di un vestito o di un cappello, la scelta del tipo di impianti da utilizzare spetta, senza ombra di dubbio, al chirurgo implantologo, che dall'alto della propria esperienza, potrà consigliare al paziente il tipo di impianto più giusto, tenendo conto delle sue condizioni fisiche, o più specificatamente, in base alla quantità e alla salute dell'osso disponibile nella mascella (superiore) oppure in quello della mandibola (inferiore).


Mini impianti


Nei casi in cui ci si trovi in presenza di una grave atrofia (mancanza) di osso, ma esiste almeno uno spessore osseo compreso tra 5 e 8,5 mm si può ancora procedere con l'uso di mini impianti, ovvero con più piccoli impianti, sia di lunghezza che di diametro, rispetto ai tradizionali impianti ma che possano comunque garantire alla bocca del paziente un'elevata stabilità e quindi un adeguato ancoraggio della protesi fissa.


Impianti inclinati


La possibilità di posizionare gli impianti dentali con poco osso in modo inclinato permette al chirurgo implantologo di andare oltre i limiti anatomici di certi pazienti e di procedere dando loro una riabilitazione con protesi a carico immediato, cosa che che altrimenti, utilizzando innesti e rigenerazioni ossee, non sarebbe in alcun modo possibile.
In particolare:

  • nell'osso mascellare (superiore) l’inclinazione dell’impianto permette di non dar luogo al recesso mesiale del seno mascellare.
  • nell'osso mandibolare (inferiore) l’inclinazione dell’impianto permette di evitare l’emergenza del nervo alveolare inferiore.
Esistono però dei casi clinici, molto complessi, dove né gli impianti inclinati né i mini impianti sono una risposta sufficiente a garantirne il successo. Queste situazioni, che possiamo tranquillamente definire ”estreme”, sono tipiche dei pazienti che hanno portato a lungo protesi mobili e queste, purtroppo, hanno contribuito, insieme ad altri fattori, a procurare la gravissima atrofia dell'osso mascellare. Tutti questi casi possono essere definitivamente risolti con l'opportuno inserimento degli impianti zigomatici.


Cosa sono gli Impianti zigomatici


Gli impianti zigomatici sono impianti che hanno una forma particolare, speciale e molto lunga (da 30 a 50 mm.) che vengono inseriti direttamente nell’osso dello zigomo (destro o sinistro) in quanto esso possiede una densità ossea molto elevata e non risente in alcun modo di cambiamenti e variazioni dimensionali o di consistenza, neppure a distanza di anni. Gli impianti in questione partono dalla zona molare o premolare e, una volta agganciati all’osso zigomatico, permettono un ancoraggio così fisso e stabile da permettere, anche nelle situazioni più estreme, l'utilizzo del protocollo di riabilitazione a carico immediato.


E' possibile prevenire la perdita di osso?


Tra le tante cause più frequenti che portano ad una grave atrofia (mancanza) dello spessore dell'osso mascellare, alcune potrebbero essere evitate, ad esempio con l'inserimento di impianti a carico immediato in seguito ad estrazioni di uno o più denti, così gravemente malati da aver indotto il dentista a non poter utilizzare una qualsiasi altra terapia di tipo conservativo.

Nei pazienti che soffrono di parodontite avanzata o piorrea, la diagnosi della scarsa o insufficiente presenza di osso per l'eventuale posizionamento degli impianti tradizionali, deve essere sempre attentamente verificata per mezzo di una TAC Cone Beam.

La presenza dei denti è spesso sufficiente a mantenere una quantità di osso che, nonostante sia minima, può comunque essere utilizzata per riuscire ad inserire con successo impianti a carico immediato come seguito di una terapia post-estrattiva. Nei pazienti che soffrono di parodontite avanzata (piorrea), la rimozione dei denti e la successiva provvisoria sostituzione con una dentiera mobile, avrebbe, come conseguenza la riduzione, se non la perdita, dell'osso residuo e questo porterebbe inevitabilmente alla necessità di ricorrere alle tecniche sopra descritte.


Carico immediato in presenza di poco osso


I pazienti che hanno portato per tanti anni una protesi mobile (dentiera) aggravando la perdita di osso mascellare o pazienti affetti da parodontite avanzata (piorrea) hanno quasi sempre la possibilità di ricorrere alla riabilitazione con una protesi fissa nel giro di 24 ore e questo senza la necessità di un innesto osseo ma semplicemente con il posizionamento di impianti dentali con protocollo a carico immediato.


Clinica dentale specializzata


Con molti casi clinici gestiti, di pazienti che sono stati riabilitati con successo, la nostra clinica conferma la propria posizione tra le cliniche d'Italia specializzate in implantologia dentale senza osso con enorme soddisfazione da parte dei propri pazienti che si sono rivolti con fiducia a noi per poter tornare a sorridere come non facevano più da molti anni!

Lo Studio
  • Studio di Torino

Via Via Balma 39 - 10040 Rivalta di Torino (TO)

  • Studio di Milano

Via Donatello 11 - Milano

Numero

numero verde clinica

 

 

Prenota Subito
la Tua Consultazione
Nome:

Email:

Telefono:

Oggetto:

Messaggio:

 

 

Alcuni casi clinici
impianti poco osso impianti poco osso 2 impianti poco osso 3 impianti con poco osso